Cerca

Adattato da WEIGH THE EVIDENCE di Barry Burton. Preoccupato che l’intera contesa di ” Quale Bibbia?”stava confondendo i membri della sua chiesa, Burton ha scritto questo riassunto di facile lettura della ricerca di molti uomini dotati nel campo della traduzione della Bibbia. Ecco solo una piccola parte di questo libro molto leggibile.

Esistono due tipi di manoscritti:

Copie accurate

Questi manoscritti rappresentano i manoscritti da cui è stato tratto il “Textus Receptus” o Testo ricevuto.

Essi sono la maggior parte dei manoscritti greci che sono d’accordo con l’altro e sono stati accettati dalla Bibbia credenti cristiani nel corso dei secoli. È da questi manoscritti che la Bibbia di Re Giacomo fu tradotta nel 1611.

Copie corrotte

Questi manoscritti rappresentano le copie corrotte della Bibbia, note anche come manoscritti alessandrini. Questi manoscritti, molte volte, non sono nemmeno d’accordo l’uno con l’altro. I manoscritti Vaticanus e Sinaiticus fanno parte di questo gruppo. Questi sono i manoscritti su cui Westcott e Hort e le versioni moderne si basano così pesantemente.

Ci sono 5.309 manoscritti greci sopravvissuti che contengono tutto o parte del Nuovo Testamento. Questi manoscritti concordano insieme 95% del tempo. L’altro 5% spiega le differenze tra la King James e le versioni moderne.

Le versioni moderne dovevano utilizzare il Textus Receptus, poiché contiene la maggior parte dei manoscritti greci sopravvissuti. Il problema è che, quando il Textus Receptus in disaccordo con il Vaticanus o il Sinaiticus, hanno preferito questi manoscritti corrotti rispetto al Textus Receptus.

Che rappresenta il 5% di corruzione nelle versioni moderne. Anche questi due manoscritti concordano con il Textus Receptus gran parte del tempo. Quando non sono d’accordo, è perché Marcion (120-160 DC) o Origine (184-254 DC) o chiunque, li ha corrotti.

Ora, è stato stabilito che le versioni moderne sono diverse dalla Bibbia di Re Giacomo(vedi PESIAMO LE PROVE per numerosi esempi versetti per versetti). Ma dobbiamo ancora rispondere alla domanda: perché sono diversi?

Ci sono almeno 5.309 manoscritti greci sopravvissuti che contengono tutto o parte del Nuovo Testamento. Inoltre, ci sono traduzioni in diverse lingue che risalgono a 100 anni dai discepoli. Ad esempio, la Peshitta è una traduzione siriana del 2 ° secolo.

Questi manoscritti concordano tra loro circa il 95% delle volte. Il problema è, come si fa a determinare ciò che è giusto nel 5% dei luoghi in cui i manoscritti non sono d’accordo?

Argomento Uno

(Versioni moderne) “La Bibbia è proprio come qualsiasi altro libro. Non è soggetto ad attacchi satanici. Al fine di scoprire che cosa la copia originale probabilmente detto, basta trovare le copie più vecchie disponibili e li usa.

“Non abbiamo comunque l’esatta parola di Dio ora, quindi alcuni disaccordi non avranno importanza.”

Argomento due

(Bibbia di Re Giacomo) “La Bibbia non è ‘proprio come qualsiasi altro libro.’Satana lo odia perché è la Parola di Dio. Satana ha cercato di distruggerlo fin dal Giardino dell’Eden.

“Tuttavia, Dio ha conservato la Sua Parola per noi. Ha conservato l’Antico Testamento attraverso i Leviti come sacerdoti e ha conservato il Nuovo Testamento attraverso il corpo dei credenti attraverso la testimonianza dello Spirito Santo.”

La stragrande maggioranza dei manoscritti greci concorda. Sono stati tramandati nel corso dei secoli da veri cristiani credenti nella Bibbia.

Nel 1516 Erasmo compilò, curò e stampò il greco “Textus Receptus” (testo ricevuto). Questo è il testo che i protestanti della Riforma sapevano essere la Parola di Dio (inerrante e infallibile). La Bibbia di Re Giacomo è stato tradotto dal ” Textus Receptus.”

Il dibattito continua:

Argomento uno

(Versioni moderne) I manoscritti più antichi sopravvissuti devono essere i più affidabili. Pertanto, nel determinare da quali manoscritti dipendere, il Vaticanus (350 DC) e il Sinaiticus (circa 350 DC) dovrebbero essere accettati come corretti (anche se 998 altri manoscritti non sono d’accordo con loro).

Argomento Due

(Re Giacomo) I manoscritti più antichi (Vaticanus e Sinaiticus) non sono affatto affidabili! Ma aspetta, Vaticanus e Sinaiticus non sono d’accordo l’uno con l’altro oltre 3.000 volte nei soli vangeli!

Fatti sul Vaticanus

E ‘ stato scritto su vellum fine (pelli di animali conciate) e rimane in ottime condizioni. È stato trovato nella Biblioteca Vaticana nel 1481 DC. Nonostante sia in ottime condizioni, omette:

Genesi 1:1 attraverso Genesi 46:28
Salmi 106-138
Matteo 16:2-3
Le Epistole Pastorali paoline
Ebrei 9:14-13:25
Apocalisse

Queste parti furono probabilmente tralasciate di proposito.

Inoltre, solo nei vangeli lascia fuori 237 parole, 452 clausole e 748 frasi intere, che centinaia di copie successive concordano insieme come aventi le stesse parole negli stessi luoghi, le stesse clausole negli stessi luoghi e le stesse frasi negli stessi luoghi.

Il Vaticanus era a disposizione dei traduttori della Bibbia di Re Giacomo, ma non lo usarono perché sapevano che era inaffidabile. Il Vaticanus contiene anche gli apocrifi.

Fatti sul Sinaitico

Il Sinaitico è un manoscritto che è stato trovato nel 1844 in un mucchio di spazzatura nel monastero di Santa Caterina vicino al monte. Sinai, da un certo signor Tischendorf. Esso contiene quasi tutto il Nuovo Testamento, più si aggiunge il ” Pastore di Hermes “e la” Epistola di Barnaba ” al Nuovo Testamento.

Il Sinaitico è estremamente inaffidabile, dimostrato esaminando il manoscritto stesso. John Burgeon trascorse anni esaminando ogni manoscritto disponibile del Nuovo Testamento. Egli scrive del Sinaitico:

“In molte occasioni 10, 20, 30, 40 parole vengono lasciate cadere per disattenzione.

Lettere, parole o anche intere frasi sono spesso scritte due volte, o iniziate e immediatamente cancellate; mentre quel grossolano errore, per cui una clausola viene omessa perché finisce nelle stesse parole della clausola precedente, si verifica non meno di 115 volte nel Nuovo Testamento.”

Non è tutto!

In quasi ogni pagina del manoscritto ci sono correzioni e revisioni, fatte da 10 persone diverse. Alcune di queste correzioni sono state fatte circa nello stesso periodo in cui è stato copiato, ma la maggior parte di loro sono state fatte nel 6 ° o 7 ° secolo.

Phillip Mauro era un brillante avvocato che fu ammesso all’ordine degli avvocati della Corte Suprema nell’aprile del 1892. Ha scritto un libro intitolato “Quale versione” nei primi anni del 1900. Scrive a proposito del Sinaitico:

“Da questi fatti, quindi, si deduce: in primo luogo che l’impurità del Codex Sinaiticus, in ogni parte di esso, è stato pienamente riconosciuto da coloro che sono stati più familiarità con esso, e che fin dall’inizio fino al momento in cui è stato finalmente messo da parte come inutile per qualsiasi scopo pratico.”

I manoscritti Vaticanus e Sinaiticus sono i più antichi, ma non sono i migliori manoscritti!!!

Ecco dove i traduttori moderni hanno sbagliato! Hanno stoltamente accettato il Vaticanus e Sinaiticus semplicemente perché erano vecchi.

Non hanno cercato di scoprire perché erano così molto diversi dal testo greco che i veri cristiani hanno conosciuto di essere la Parola infallibile di Dio.

Quando le versioni moderne dicono nelle note, ” Alcuni dei più antichi mss. non contenere vv. 9-20, ” o “Questo versetto non si trova nelle autorità più antiche”, stanno prendendo le loro informazioni dai manoscritti Vaticanus e Sinaiticus corrotti e inaffidabili!

Non cadere per la linea “i più vecchi sono i migliori”! I più vecchi non sono i migliori! Ad esempio, Vaticanus e Sinaiticus entrambi tralasciano gli ultimi 12 versetti di Marco, riguardanti la risurrezione di Cristo.

Ma non esiste un altro manoscritto, onciale o corsivo, che tralasci questo passaggio. Ci sono altri 18 manoscritti onciali (lettera maiuscola) che hanno il passaggio e almeno 600 manoscritti corsivi (lettere minuscole) che contengono tutti questi versi.

Le prove sono almeno 618 a 2 contro il Vaticanus e Sinaiticus. Eppure, guarda nella tua versione moderna.

La New American Standard Bible mette tutti questi versetti (Marco 16:9-20) tra parentesi, dicendo che questi versi probabilmente non erano negli scritti originali. Le altre versioni utilizzano parentesi o note a piè di pagina.

È ridicolo!!! In un tribunale, se tu avessi testimoni 618 che hanno visto accadere qualcosa, e tu avessi due testimoni che hanno detto di non averlo visto accadere, accetteresti la testimonianza di 618 o la testimonianza di 2?

Vedete, è sciocco per qualsiasi traduttore accettare un manoscritto semplicemente a causa dell’età, senza verificare da dove provenisse e se fosse affidabile o meno.

Perché le versioni moderne mettono in discussione la nascita verginale di Cristo, attaccano la dottrina della divinità di Cristo, l’infallibilità della Bibbia, la dottrina della salvezza per fede e la Trinità?

Per la sorprendente risposta a questa e molte altre domande, leggi WEIGH THE EVIDENCE di Barry Burton. (Lo spazio non consente di includere qui tutte le informazioni vitali trovate in questo libro!)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.